Comunicato

Comunicato Associazione Prowine
20 Dic 2017

Comunicato Associazione Prowine

Aggiornamento: il 10 gennaio 2018 tutti i soci di Fondazione Italiana Sommelier in Umbria hanno ricevuto un comunicato da parte di Franco Maria Ricci, e abbiamo ritenuto necessario rispondere legalmente per porre termine a qualsiasi ulteriore dibattito. Potete leggere qui la la nostra risposta .

Buongiorno a tutti,
è necessario spiegare cosa stia accadendo tra Associazione Prowine e Fondazione Italiana Sommelier.

Parto con i fatti.
Il 13 Luglio u.s. ricevo senza alcun preavviso una mail in cui la sede centrale di Fondazione Italiana Sommelier ci impone di adottare un nuovo statuto, pena esclusione dalla Fondazione stessa. Lo statuto doveva essere adottato entro il 31 Agosto, cosa incompatibile con i tempi associativi che prevedono un’assemblea generale che lo ratifichi.
Ci siamo organizzati e abbiamo svolto l’assemblea il 2 Dicembre u.s. con all’ordine del giorno i seguenti punti:

  1. adeguamento statuto
  2. varie ed eventuali

avvisando i soci con mail del 24 Ottobre 2017.
All’assemblea abbiamo letto e discusso lo statuto e all’unanimità si è scelto di non adottarlo per le seguenti motivazioni:

  • Siamo perplessi sul fatto che la Fondazione ci obblighi un nuovo statuto, quando col vecchio le attività funzionano bene
  • Nel nuovo statuto dovremmo accettare una sorta di “Dittatura” nella quale i soci possono eleggere il Presidente, ma nel caso in cui non piaccia a Fondazione l’associazione regionale sarebbe esclusa.
  • Se il Presidente si dimette, l’associazione regionale è esclusa da Fondazione
  • Il Consiglio di Amministrazione vuole ricevere i CV dei collaboratori del Presidente e scegliere se sono in linea con la filosofia di Fondazione.
  • Siamo obbligati a organizzare solo i corsi codificati dalla sede centrale, e spesso calibrati su Roma, quindi pesanti in numero di lezioni e costosi.
  • Ci è espressamente vietato collaborare con enti o altre associazioni, questo mette a rischio i nostri buoni rapporti con Università dei Sapori, ma soprattutto nega ciò che fino adesso ha rappresentato il nostro fiore all’occhiello, cioè essere una associazione aperta e non una setta.

E tante altre motivazioni, che potete dedurre dalla lettura dello statuto in allegato (allegato 1).
Crediamo che il nuovo statuto contrarrà necessariamente i consensi e appesantisca inutilmente gli oneri per gli associati.
Il consiglio direttivo, in tutti e cinque i componenti, si è detto indisponibile a continuare le attività col nuovo statuto.
Abbiamo cercato tra i presenti, qualcuno che avesse voglia di prendere in mano la gestione associativa, ma nessuno si è reso disponibile, quindi era inutile indire nuove elezioni.
Su proposta del sottoscritto, Davide Marotta, si è deciso anche questo all’unanimità di non creare uno strappo con Fondazione ma cercare una mediazione magari nelle cose più piccole, per rendere accettabile lo statuto. In quella occasione tutti i presenti mi hanno sentito dire che avremmo dovuto fare tutto il possibile per trovare una mediazione e restare in Fondazione.
Abbiamo anche deciso e di nuovo all’unanimità, che non avremmo buttato a mare tutte le attività in essere e se fosse stato necessario avremmo continuato per il bene di tutti coloro che ci hanno dato fiducia (allegato2).

In data 4 Dicembre 2017, Laura Cucina, Antonella Posta ed io, in rappresentanza del consiglio direttivo siamo andati a Roma a rappresentare al Presidente Ricci la situazione, chiedendo di ammorbidire lo statuto lasciandoci almeno la possibilità di scegliersi il Presidente. In quella occasione non abbiamo mai detto che volevamo andare via. Abbiamo anche proposto di continuare le attività in maniera diretta con Fondazione chiudendo l’Associazione Prowine. Il Presidente Ricci ha però avuto un comportamento che noi abbiamo interpretato di chiusura, dicendo che l’unica soluzione era che noi uscissimo, perché l’unica soluzione possibile era ciò che lui aveva deciso, dicendo anche che alcune deroghe le avrebbe potute concedere in quanto piccolezze, ma solo in forma verbale.
Gli abbiamo chiesto di riflettere e ci siamo lasciati promettendoci che avremmo pensato ad una soluzione che non mettesse in difficoltà i soci, che in una associazione sono la priorità numero uno.

In data 6 Dicembre, Ricci scrive un telegramma, per noi inaspettato, a me e al Presidente di Università dei Sapori, nel quale dice che io avevo scelto di far uscire l’Associazione Prowine dalla Fondazione, creando destabilizzazione e preoccupazione (allegato 3).

In pari data abbiamo risposto via PEC che ci ritenevamo sorpresi e che mai avevamo chiesto di uscire dalla Fondazione, né ufficialmente né ufficiosamente (allegato 4).

Il giorno dopo allora la sede centrale ci ha scritto che il consiglio di amministrazione aveva deciso di interrompere il rapporto con noi di Associazione Prowine in quanto avremmo violato il codice deontologico, adducendo come motivazione che Davide Marotta in quanto Presidente aveva comunicato che voleva uscire dalla Fondazione (allegato 5).

Anche in questo caso, abbiamo risposto sorpresi e cercato una soluzione, ho chiesto di essere ascoltato dal consiglio di amministrazione della Fondazione, ho chiesto di rivedere le cose e riportarle in un ambito dii buon senso (allegato 6).

Stamattina è arrivata la comunicazione che ritengo offensiva e mendace. (allegato 7).

Considerazioni:
Associazione Prowine fin dalla sua nascita ha avuto un comportamento chiaro e cristallino con Fondazione Italiana Sommelier della quale ha spinto la crescita sempre e comunque in modo sano.

Associazione Prowine ha uno spirito associativo che mantiene e manterrà sempre, con elezioni democratiche, decisioni prese dall’assemblea e con una gestione dei costi rigorosa.
Riteniamo che lo spirito che abbia contraddistinto il primo periodo di Fondazione, con apertura a nuove idee e grande fermento positivo, sia una stagione purtroppo chiusa.
Riteniamo a questo punto di voler rimanere fedeli al nostro spirito.
Riteniamo che nessuno dei soci debba avere ripercussioni da decisioni che ritengo incomprensibili.
Lo stesso Ricci dice che sarà ben felice di soddisfare le esigenze delle persone più esposte, cioè coloro che stanno frequentando i corsi.
Ha anche detto che al momento non ha individuato un responsabile.

Noi speriamo che lo trovi in tempi brevi, nel frattempo per non rischiare disagi, abbiamo anche trovato delle alternative di cui vi parleremo nel corso della prossima lezione.

State tranquilli perché nessuno avrà disagi.

Siamo un gruppo unito intorno alla nostra amata associazione e continueremo ad essere uniti nel fare il bene di ogni socio.
All’assemblea era presente tutto il consiglio direttivo, il comitato organizzatore, i direttori di corso, i sommelier di servizio, i docenti, i responsabili di settore e siamo tutti sulla stessa linea.

Prendiamo atto della caduta del rapporto fiduciario, e diamo seguito a tutte le idee maturate nel tempo, che in Fondazione non è stato possibile realizzare.

Scusate la lunghezza di questo messaggio ma lo ritenevo necessario.
Noi del consiglio direttivo conosciamo bene le intemperanze del Presidente Ricci e siamo abituati, anzi gli vogliamo bene anche per questo, ma capisco che per molti di voi sia una sorpresa e ci siate rimasti male.

Il nostro stile è differente, per cui questa è l’ultima comunicazione che renderemo pubblica su questa vicenda, evitando di rispondere ad altri eventuali attacchi.
Avremmo di certo preferito dialogare e se proprio fossimo dovuti uscire da Fondazione, farlo in modo non conflittuale.

A noi rimane l’eleganza della comunicazione.

Non ci presteremo a strumentalizzazioni né ad ulteriori atti di aggressione.

Per quanto ci riguarda rimarremo sulla nostra strada e lavoreremo con altri partner.

Nel più breve tempo possibile cambieremo le insegne e saremo on line col nuovo sito.

A TUTTI COLORO CHE PARTECIPANO AI CORSI ribadisco che non ci sarà alcuna disfunzione, e che in settimana vi aggiorneremo.

IL Presidente di Associazione Prowine
Davide Marotta

 

Allegato_1    Allegato_2    Allegato_3    Allegato_4    Allegato_5   Allegato_6   Allegato_7a   Allegato_7b

Lascia un Commento

Diventa Socio!

Se non sei ancora socio dell’Associazione Prowine devi inviare questo form di registrazione. Ti ricordiamo che l’adesione è gratuita. Se sei già socio non occorre che tu invii questo form.

 

Nome *
Cognome *
Email *
Telefono *
Indirizzo *
N. Civico *
CAP *
Provincia *
Accetto il trattamento dei dati personali ai sensi del Decreto Legislativo 30 Giugno 2003, n.196 del Codice in materia di protezione dei dati personali.

×